«VOGLIO INCONTRARE SANTO LA CAUSA»

Articolo pubblicato su http://www.sudpress.it – 11/01/2013

Senza titolo-355

Costretto in una sedia a rotelle, e agli arresti domiciliari da anni. Recentemente assolto nel rito abbreviato del processo “Iblis”, Maurizio Zuccaro (nella foto) ha risposto in udienza alle domande dei pubblici ministeriAgata Santonocito e Antonino Fanara. I magistrati sono impegnati, ormai da mesi, come pubblica accusa nel ricostruire le dinamiche dell’indagine Iblis dinanzi la quarta sezione del Tribunale di Catania, presieduta dal giudice Rosario Grasso. Zuccaro è ritenuto dai pm e dalle sentenze “uomo d’onore della “famiglia” di Catania”.

Cognato di Enzo Santapaola, figlio di Salvatore, l’uomo sconta una condanna passata in giudicato per associazione mafiosa e per il duplice omicidio di Massimo Giordano e Salvatore Vittorio. Zuccaro ha affermato di non aver mai conosciuto l’ex reggente della famiglia Santapaola Santo La Causa, così come il gotha di Cosa nostra, Enzo Aiello, Pippo Laudani, Francesco La Rocca, Giuseppe e Alfio Mirabile. Rapporti definiti “nulli” invece con gli altri esponenti di Cosa nostra Pippo Ercolano e Angelo Santapaola. 

L’ultimo accusatore di Zuccaro è proprio Santo La Causa. L’ex reggente della famiglia catanese farà il suo ingresso nel processo ordinario Iblis già dalla prossima udienza. Per lui potrebbero essere addirittura tre le date destinate alla sua audizione. Nell’ultimo verbale La Causa ha fatto nomi e cognomi tirando in ballo proprio lo stesso Zuccaro “è un componente della famiglia anagrafica che ha sempre fatto parte della sua organizzazione, così come suo padre, pur avendo preferito giovarsi dell’attività dei reggenti che si sono susseguiti per evitare di esporsi – continua La Causa in alcuni passaggi successivi – Zuccaro Maurizio, ,insieme al padre  fino a quando era in vita, ha sempre gestito con il suo gruppo l’usura e le estorsioni”.

Accuse dirette, a cui il  cognato di Enzo Santapaola (ndr. Maurizio Zuccaro), ha risposto affermando come avrebbe “piacere” ad incontrare La Causa. Un confronto quindi, poiché proprio tramite questo “verrebbe fuori la verità”. . . Continua

VIA SUD PRESS

Dario De Luca

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...